1 von 18

From zero to Ultracycling

25. January 2018 - 9 months and 23 days ago

Mi chiamo Enrico Di Santo, classe ’85 e oggi voglio raccontarvi qualcosa di me. Spesso si dice “ogni cosa a suo tempo”, ecco, questo è il mio tempo. Sento che è giunto il momento di mettere da parte la roba accumulata e di intraprendere un nuovo viaggio.  Chi ha detto che non si può vivere delle proprie passioni? Certo non è facile, ma in fondo cosa costa provarci? Io la sento quella voglia, quell'esigenza di scegliere una strada diversa, di mettere un punto e di ripartire da quello. È quello che amo definire il mio break point! “Oh come si desidera a volte poter scappare dall'insulsa monotonia dell'umana eloquenza, dalle frasi sublimi, per cercare rifugio nella natura, apparentemente così silenziosa, oppure nel mutismo di fatiche lunghe ed estenuanti, del sonno profondo, di musica vera o dell'umana comprensione zittita dall'emozione!”
Questa frase, tratta dal libro “Il dottor Zivago”, racconta tutta l’essenza della bicicletta e del ciclismo stesso. Per molti di noi pedalare significa trovare il proprio rifugio, la propria zona di confort. Un gran paradosso trovare riposo in qualcosa che di ti spinge al sacrifici, al sudore e alle lunghe fatiche…o forse no? E proprio da questo nasce il mio progetto “From zero to Ultracycling”, un viaggio fatto di paure e incoscienza, una sana incoscienza che mi spinge a non fermarmi e a superare i limiti.
La fatica è proprio l’elemento chiave di “From zero to Ultracycling”: sento l’esigenza di andare oltre le classiche uscite in bicicletta e provare l’ultradistanza. L’obiettivo? Seguire una precisa preparazione atletica e partecipare alla famosissima Randonneè Parigi - Brest – Parigi che si terrà nel 2019! Ma non solo! Pian piano sto pianificando altri percorsi e anche altre avventure su grandi distanze. 
In questo percorso non sarò solo, ma potrò contare su di un Team di professionisti: 
Preparatore atletico: Dr. Cellini Alessio Biomeccanico: Dr. Cellini Marco Nutrizionista: Dr. Vitaterna Angelo Insieme valuteremo di volta in volta la soluzione migliore che mi permetterà di raggiungere il mio obiettivo. Un ruolo fondamentale in questo progetto lo ricopre proprio SRM e per questo devo ringraziare Simone Stilli, responsabile di SRM Italia, che si è reso subito disponibile e che con il suo supporto ha reso concreto questo progetto. 
In quest’avventura SRM farà da collante tra le varie figure professionali; grazie al materiale tecnico fornitomi, PowerMeter Origin e PC8, si riusciranno ad avere dati precisi che serviranno per coordinare un piano alimentare e un piano di allenamento su misura.
Ma ora entriamo nel tecnico e cerchiamo di capire come ci si prepara alle ultra distanze analizzando anche il mio punto di partenza fisico. Per fare questo lascerò spazio a chi seguirà la mia preparazione atletica, il Dr. Cellini Alessio.  

0 comments views

Tour of Oman Stage 2

15. February 2017 - 1 year, 9 months and 2 days ago

Hermans Wins Tour of Oman Stage 2 and Claims Leader’s Jersey

Ben Hermans put in a commanding performance on stage 2 of the Tour of Oman to win the first uphill stage of the race and move into the overall lead with four stages remaining. Daniel Green, Head of Performance Analysis for BMC Racing Team, shares SRM insights: 

0 comments views

Un anno di SRM

21. December 2016 - 1 year, 10 months and 27 days ago

Le foto più belle del 2016 degli atleti equipaggiati con SRM. 

0 comments views

Nuovo Team SRM: Bahrain-Merida

26. October 2016 - 2 years and 22 days ago

Foto: Uli Schoberer, ingenere tedesco inventore del misuratore di potenza e fondatore dell'azienda SRM Training System. 

0 comments views

Clasica San Sebastian

04. August 2016 - 2 years, 3 months and 13 days ago

The World Tour Classic, a 220-kilometer run through the Basque hills, all came down to the last, steep climb where four riders emerged at the top of the 1.8-kilometer ascent with gradients exceeding 20 percent: Mollema (Trek-Segafredo), Valverde (Movistar), Gallopin (Lotto Soudal) and Rodriguez (Katusha). Mollema, knowing he didn't stand a chance if it came to a sprint, caught the other three by surprise by launching an immediate attack with just over eight kilometers to go. [Trek-Segafredo] 

0 comments views